Musicista, compositore e produttore australiano con base a Reykjavík, in Islanda, Ben Frost si muove su territori di difficile classificazione tra ambient, drone e musica minimalista. Nel 2007 il suo album Theory Of Machines lo porta all’attenzione della critica specializzata: la rivista inglese The Wire lo dipinge come Arvo Pärt arrangiato da Trent Reznor. Ma è il recente By The Throat (2009), album intenso, viscerale e stratificato, a consacrarlo come uno dei compositori più all’avanguardia nel mondo della musica elettronica sperimentale e contemporanea. Nonostante o forse proprio per la sua musica sottilmente drammatica, remota e isolazionista, Ben Frost è autore di colonne sonore per il cinema e collaboratore di artisti del calibro di Amiina, Ghostdigital – progetto dell'ex-Sugarcube Einar Örn Benediktsson –, Nico Muhly e Björk. E' inoltre uno dei più validi collaboratori del produttore e compositore islandese Valgeir Sigurðsson.

myspace.com/theghostofbenfrost
ethermachines.com